In Stock

Papilla riso Carnaroli

4,50  IVA inclusa

Fai l’upgrade ai tuoi risotti con il riso Carnaroli Papilla e ti sentirai un vero chef!

Cottura uniforme ed omogenea, i tuoi risotti non sono mai stati così buoni.

Disponibile

Descrizione

Il Carnaroli è il re del risotto per la sua ottima tenuta di cottura ed è il più utilizzato dagli chef.

Il chicco grande, perlato e con un alto contenuto di amilosio, che contribuisce a rendere consistente il chicco mantenendosi sempre al dente, racchiude infatti tutte le caratteristiche ideali per un perfetto riso da risotto.
Il Carnaroli ha un’ottima capacità di assorbimento dei condimenti in cottura e l’amido rilasciato in cottura risulta molto equilibrato, permettendo di amalgamare ed esaltare i sapori ed i cibi più diversi.

Il chicco è particolarmente allungato, è di circa 7 mm, ha un colore perlato e il suo sapore è leggermente dolce, molto resistente ed elastico, infatti, durante la cottura, non scuoce e non si disgrega, ma rimane compatto. Ha una bassa tendenza a perdere amido ma una buona capacità di assorbire i liquidi durante la mantecatura. È considerato uno dei risi italiani più pregiati per via della sua eccellente tenuta di cottura. Il Carnaroli è diverso dal più comune riso Arborio per maggiore contenuto di amido, consistenza più soda e il chicco più lungo. Ideale per preparare sia risotti regionali che piatti speciali e gourmet, esaltando tutti i condimenti.

Tempo di cottura consigliata: 15 min su fiamma + 2 min di mantecatura.

Se vi piace più al dente: 13 min su fiamma + 3 min di mantecatura

Qualche aneddoto storico sulla nascita del Carnaroli

Il riso Carnaroli nasce nel 1945 a Paullo, in provincia di Milano dall’incrocio con la varietà di riso Vialone Nero e Lencino, si tratta di un riso che appartiene alla varietà japonica con cariosside molto sviluppata.

Il suo costitutore, Ettore De Vecchi, originario di Vialone (paese vicino a Pavia, da qui l’annosa questione della paternità del Carnaroli tra le due province), lavorò molti anni per riuscire ad ottenere il perfetto riso da risotto. Fece molti incroci nei suoi campi presso la Cascina Casello a Paullo. Dopo diversi tentativi falliti, l’acquaiolo che lo aiutava nella selezione, preso da sconforto, pronunciò la famosa frase ” Dutür, se fèm?” (“Dottore, che facciamo?”). A quel punto De Vecchi, per spronarlo a non arrendersi, gli promise che una volta riusciti nell’impresa, avrebbe chiamato il nuovo riso con il suo nome, ossia Carnaroli.

Informazioni aggiuntive

Peso

1 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.